Mar 31 2013

Cesena aprile 2013: Incontro tra Arte ed Infanzia – Festival di puericultura teatrale “Puerilia”

.

Seminari Puerilia

.

Puerilia

festival di puericultura teatrale
diretto da Chiara Guidi
Terza edizione

4 aprile > 3 maggio 2013

Teatro Comandini – Cesena
.
.

L’infanzia è da sempre uno dei punti focali del lavoro di Chiara Guidi, co-fondatrice della Socìetas Raffaello Sanzio, e la sua sperimentazione in questo campo è da tempo riconosciuta a livello internazionale. Ideatrice di Puerilia, ne disegna il programma partendo dall’incontro tra Arte e Infanzia, indirizzandolo verso la condivisione di un mistero: artisti e bambini insieme dentro il cerchio della creazione.

Quest’anno il tema portante è il potere analfabetico della fantasia, analfabetico perché precede la scrittura, perché entra nel mondo dell’immaginazione utilizzando i sensi.

Il programma prevede spettacoli e concerti che, sebbene si rivolgano ad un pubblico infantile, non sono tuttavia presi dal repertorio per l’infanzia. Si tratta di spettacoli vicini alle arti contemporanee che gli artisti hanno creato per un pubblico adulto ma che a Puerilia si pongono di fronte allo sguardo dei bambini, per ritrovare quella vicinanza tra percezione e fantasia, tra pensare e immaginare, che accomuna l’infanzia e l’atto stesso di creazione.

Attraverso Puerilia l’adulto s’interroga osservando i bambini e la loro capacità estetica di cogliere nel particolare una relazione analogica con tutte le cose. L’adulto, che nasconde le proprie fantasie come cose private e che non reputa la fantasia una forma di conoscenza della realtà, entrando nel cerchio della creazione scopre che l’immaginazione può generare relazioni inaspettate, che gli permettono di afferrare la profondità indefinita dei piani della vita.

Il festival è organizzato in una doppia fruizione: scolastica durante la settimana, perché Puerilia è inserito nella Stagione di Teatro Ragazzi del Teatro Bonci, familiare durante il venerdì pomeriggio, il sabato e la domenica, quando oltre agli spettacoli il programma propone laboratori e incontri.

.

.

Laboratori

.

La potenza analfabetica della fantasia
seminario per insegnanti
condotto da Chiara Guidi
I bambini, quando ancora non sanno leggere, guardano i libri e, per sapere quale storia è racchiusa tra le pagine, cercano le figure.  Attraverso figure che non parlano, i bambini entrano in un luogo dove la sola proporzione delle forme, i colori, gli sguardi e le ombre,  consente di leggere-analfabeticamente, ma significativamente- una storia.
.
giovedì 4 aprile In silenzio
giovedì 11 aprile Un filo di voce 
giovedì 18 aprile La memoria 
martedì 23 aprile La scrittura, con la partecipazione di Franco Lorenzoni
martedì 30 aprile I segni, con la partecipazione di Fabrizio Ottaviucci
.
Gli incontri si svolgono dalle ore 17 alle ore 19 al Teatro Comandini, Corte del Volontariato 22, Cesena.
Il seminario è rivolto agli insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado e a chiunque sia interessato alla narrazione infantile.
.
Quota di partecipazione: 50 euro.
Le iscrizioni devono pervenire entro il 28 marzo 2013 presso il Teatro Comandini.
Il seminario è riconosciuto dall’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna come Corso di aggiornamento ai sensi del DM 90/2003.
.
.
.
Il lavoro dell’attore agli occhi di un bambino
laboratorio sulla rappresentazione infantile
condotto da Chiara Guidi
Prove di teatro concepite specificamente per i bambini. Non si può fingere di ritornare ad essere bambini. Per farlo è necessario non tentare di assomigliare, non uscire da sé e vedere se ciò che si fa, in sé, è esatto in rapporto ai bambini. Ciò che uscirà dal laboratorio viene verificato direttamente in una platea infantile. Oltre la teoria, per tre volte e in tre modi diversi, il lavoro dell’attore si specializza per incontrare i bambini.  E per tre domeniche i bambini incontrano gli attori nella Scuola Sperimentale di Teatro Infantile.
.
1) Scoprire ciò che si conosce
venerdì 12 aprile ore 14-17; sabato 13 aprile ore 10-13;
domenica 14 aprile ore 10-13    nel pomeriggio ore 15-16,30 con i bambini: La chiave
2) Cucire una storia
venerdì 19 aprile ore 14-17; sabato 20 aprile ore 10-13;
domenica 21 aprile ore 10-13   nel pomeriggio ore 15-16,30 con i bambini: La scarpa
3) Lo stesso ma differente
venerdì 26 aprile ore 14-17; sabato 27 aprile ore 10-13;
domenica 28 aprile ore 10-13   nel pomeriggio ore 15-16,30 con i bambini: La lettera
.
Il laboratorio si svolge al Teatro Comandini, Corte del Volontariato 22, Cesena.
Numero dei partecipanti: massimo 25.
Le sessioni possono essere frequentate separatamente.
.
Costo di una sessione 80 euro, due sessioni 140 euro, tutte e tre 200 euro.
Le iscrizioni devono pervenire entro il 9 aprile 2013 presso il Teatro Comandini.
.
.
.
Puerilia apre al pubblico venerdì 12 aprile alle 18,30  –> Programma   (Teatro Comandini)
.
.
.
info e prenotazioni:
Teatro Comandini
C.te del Volontariato 22
47521 Cesena
.
.
.
.
.

 


Mar 29 2013

Anonymous – #opcoisp – Attacco al sito del COISP

.

anonymous

.

“Salve, servi dello Stato.

apprendiamo dell’ennesima dimostrazione di viltà alla quale avete dato adito.

Il vostro pseudo-sindacato manifesta solidarietà verso mani colpevoli e sporche di sangue innocente.

Insabbiate la verità, sprezzanti di una madre orfana di un figlio strappatole barbaramente da quattro assassini, rendendovi complici di una sanguinosa mattanza e di un dolore che non può essere sopito.

Infangate i diritti umani incarnando il ruolo di capri espiatori, mentre vi prodigate in azioni violente, repressive e deplorevoli.

L’ombra del sangue di Federico è più viva che mai.

Non dimentichiamo chi è caduto per mano di vili assassini asserviti al potere.

Non dimentichiamo lo strazio delle madri e dei padri che chiedono giustizia e rispetto. Le loro urla e le loro lacrime sono anche le nostre.

E a loro ci stringiamo, con la promessa di utilizzare tutte le armi in nostro possesso per indagare sulle morti impunite, per fare luce laddove lo Stato complice vuole imporre il silenzio.

.

VITTIME DELLO STATO:

Federico Aldrovandi (2005)

Stefano Cucchi (2009)

Riccardo Rasman (2006)

Giuseppe Uva (2008)

Niki Aprile Gatti (2008)

Carlo Giuliani (2001)

Massimo Casalnuovo (2011)

Gregorio Durante (2011)

Aldo Bianzino (2007)

Gabriele Sandri (2007)

Simone La Penna (2009)

Manuel Eliantonio (2008)

Marcello Lonzi (2003)

Michele Ferrulli (2011)

Dino Budroni (2011)

Carmelo Castro (2009)

Daniele Franceschi (2010)

Giuseppe Casu (2006)

Piero Bruno (1975)

Giovanni Ardizzone (1962)

Rodolfo Boschi (1975)

.

SOPRAVVISSUTI:

Luciano Isidro Diaz

Stefano Gugliotta

Luigi Morneghini

Paolo Scaroni

.

Il sangue sparso per mano di deplorevoli divise è il sangue di tutti.

Che giustizia sia fatta, dunque.

SIC SEMPER TYRANNIS

We are Anonymous
We are Legion
We do not forgive
We do not forget
Expect Us

#Anonymous #ACAB #Humanrights #Italy

.

.

Fonte: Il blog ufficiale di Anonymous Italia

.

.


Mar 29 2013

Oggi tutti a Ferrara in solidarietà con la famiglia di Federico Aldrovandi

.

federico-aldrovandi

.

Cucchi, Ferrulli, Uva: “basta persecuzioni”. Oggi in piazza a Ferrara

.

Alcuni parenti di vittime di ‘malapolizia’ dicono basta al vero e proprio ‘stalking istituzionale’ che colpisce chi si batte per ottenere verità e giustizia. Oggi pomeriggio manifestazione a Ferrara in solidarietà con la famiglia di Federico Aldrovandi.

”Qualcuno può fermare questo scempio? Questo stalking istituzionale in danno di Patrizia Moretti? Come si può tollerare che un sindacato di polizia vada sistematicamente a manifestare sotto le finestre di Patrizia per rappresentare la propria solidarietà a coloro che le hanno ucciso il figlio?”. Lo scrivono in una lettera aperta Ilaria Cucchi, Lucia Uva e Domenica Ferrulli, tre donne che come Patrizia Moretti si stanno battendo da anni per avere verità e giustizia sulla morte di loro familiari mai usciti vivi da caserme e commissariati.

.
”Bravo il Sindaco – dicono in riferimento al primo cittadino di Ferrara, Tagliani – che interviene civilmente per porre termine ad una vera e propria violenza morale cui viene sottoposta quella madre coraggiosa ma terribilmente provata. Viene allontanato a male parole con atteggiamenti chiaramente intimidatori. Intollerabile. Incivile tutto ciò”. ”Patrizia, Donna con la D maiuscola – aggiungono -, prende la terribile foto del volto sfigurato di Federico dai colpi assassini inferti e la mostra ai poliziotti manifestanti ed alla gente disgustata da quanto stava accadendo sotto i loro occhi. Patrizia non riesce a trattenere le lacrime, ma i poliziotti di fronte a quella foto si girano. Le voltano le spalle. Patrizia li osserva, con rabbia, ferita. Noi chiediamo a gran voce: perché? Perché? Che senso ha tutto questo? Quali sono i motivi di questa ennesima violenza tipicamente maschile su quella madre? Forse perché é stata troppo forte nello sfidare tutto e tutti, con il suo avvocato ed é riuscita per una volta a far emergere la verità? Questore, capo della polizia ministro, possono non rendersi conto della violenza continuata e persistente di questi ripetuti atti di vera nuda e cruda provocazione? O ritengono anch’essi che sia il momento di fare capire a tutti che anche se si ottiene eccezionalmente giustizia, per i cittadini normali contro gli abusi di Stato non vi potrà mai essere pace? Questa lezione dovrebbe esser data anche per noi?”.

.

Intanto oggi sono moltissime le forze sociali, politiche e territoriali, i comitati e le associazioni che scenderanno in piazza a Ferrara per stringersi attorno a Patrizia Moretti e alla sua famiglia. L’appuntamento è in Piazza Savonarola, la stessa dove i ‘sindacalisti’ del Coisp hanno realizzato la loro provocazione, a partire dalle ore 18. ”Venerdì ci riappropriamo di una piazza che é della città con un sit-in di solidarietà alla famiglia Aldrovandi, senza bandiere e striscioni. Con le nostre facce e la nostra dignità” si legge nell’invito di convocazione dell’iniziativa.

.

.

Fonte: Contropiano.org

.

.

_____________________________________________________________________________________

Approfondimento   (madu)

Omicidio di Federico Aldrovandi

Federico Aldrovandi: 4 anni dopo

Aldrovandi: E’ stata fatta giustizia?

Riflessioni e proposte sulla futura associazione “vittime delle forze dell’ordine”

Lino Aldrovandi, padre di Federico: “Schwazer cacciato dall’arma, e gli assassini di mio figlio?”

.

.