Mar 29 2020

La tua anima è viva?

.

.

.

.

“…La tua anima è viva? Allora nutrila!
Non rinunciare ai balconi che puoi scalare;
né ai bianco lattei seni su cui riposare;
né a teste dorate con con cui dividere il guanciale;
né a coppe di vino quando il vino è dolce;
né a estasi del corpo e dell’anima,
tu devi morire, non c’è dubbio, ma muori vivendo
nell’azzurro profondo, rapito nell’abbraccio amoroso,
baciando l’ape regina, la Vita!…”

.

(Da: Antologia di Spoon River – Edgar Lee Masters)

 

.

.

.

 

 


Mar 16 2020

Religione: “L’avvenire di un’illusione”

.

.

.


L’avvenire di un’illusione”  –  (Sigmund Freud)

Scritto nel 1927, L’avvenire di un’illusione affronta esplicitamente la religione nelle sue dimensioni culturali e inconsce. Per Freud la religione sorge dai desideri piú antichi e dalle inquietudini piú pressanti dell’umanità, ed è quindi inevitabile che essa assuma le sembianze del sogno e dell’illusione.

Tutte le dottrine religiose sono pertanto per Freud, sulla scia dei Lumi, illusioni indimostrabili, ma anche inconfutabili. Freud non si occupa però qui del loro eventuale contenuto di verità, a lui interessa averne riconosciuto la natura psicologica di illusioni. Le credenze religiose sono da considerarsi pertanto come l’inevitabile risultato della dipendenza e del timore infantile nei confronti dell’autorità parentale: il sentimento religioso ha fondamentalmente origine nel bisogno infantile di protezione e si proietta in un Dio trascendente che protegge le creature da ogni tipo di pericolo. Tuttavia Freud ritiene che sia possibile per l’umanità progredire, superando le paure e i conflitti delle origini: lo studio dell’uomo, la ricognizione dell’essenza umana in tutta la sua complessità, a cominciare dall’intreccio tra la mente e il cuore, offrirà l’antidoto indispensabile all’alienazione religiosa

.

.

Piccola Biblioteca Einaudi.
Classici
pp. XCII – 68
€ 18,00
ISBN 9788806222352
A cura di
Traduzione di

.

.

.

Fonte: einaudi.it

.

.

.

.

.

.


Dic 11 2019

Il caffè

.

*

.

.

“Se tu lo vuoi tutto può accadere… anche dinanzi ad una tazza di caffè”

(Anonimo)

 

.

.

.