Apr 13 2019

#OpFreeAssange | Anonymous: “GB rilascia Assange o la pagherai!”

.

.

.

11.04.2019

.

By David Cohen

.

“Salute cittadini del mondo, Siamo Anonymous.

Questo è un messaggio per il governo del Regno Unito e le loro corti in tutto il mondo che stanno lavorando per mettere a tacere i whistleblowers. Come molti di voi sanno, le autorità britanniche hanno arrestato il co-fondatore di Wikileaks, Julian Assange, a nome del governo degli Stati Uniti. Questa è una mossa che era attesa da tempo e Assange stesso ci ha persino avvertito del suo imminente arresto. Questo arresto, la persecuzione a Wikileaks e ad altri informatori mandano un chiaro messaggio di questi governi che non si fermeranno davanti a nulla pur di mantenere i loro segreti.

Assange è un nemico dello Stato perché ha denunciato i crimini della sinistra e della destra. Assange è stato costretto all’esilio dopo aver reso noto i crimini di guerra sotto l’amministrazione Bush con il video ‘danni collaterali’, che è stato divulgato dalla sua organizzazione con Chelsea Manning. Il video mostrava prove grafiche dei crimini di guerra commessi dalle forze armate statunitensi all’estero, ma all’epoca molti conservatori decisero che la notizia metteva in pericolo gli Stati Uniti. Anni dopo, Assange si è trovato nel mirino dei liberali, dopo che la sua organizzazione ha rivelato evidenti prove di corruzione su Hillary Clinton poco prima delle elezioni del 2016.

Dopo aver denunciato Hillary Clinton, Assange è stato etichettato come una spia russa, anche se non ci sono prove a sostegno di queste affermazioni. Secondo l’opinione generale, Assange è un vero giornalista che dice la verità e smaschera la corruzione, sia a sinistra che a destra: ci sono così pochi giornalisti veri come lui, un vero giornalista. Invece, abbiamo parlato con giornalisti che riportano byte sonori non comprovati creati solo per vendere una narrativa specifica.

Molte potenti forze di tutto il mondo hanno lavorato per rendere possibile il suo arresto. Le persone influenti che rappresentano i governi del Regno Unito, degli Stati Uniti e dell’Ecuador hanno firmato un attacco senza precedenti al giornalismo. Questi interessi hanno agito contro la gente senza paura perché credono che le loro posizioni di potere garantiranno loro protezione dalle conseguenze karmiche della realtà.

Con queste azioni, stanno portando il mondo libero più vicino a una rivoluzione diffusa, e questo è onestamente ciò che potrebbe essere necessario per fermare questi continui attacchi alla nostra libertà. Questa dovrebbe essere una rivoluzione pacifica condotta attraverso molti campi di battaglia, incluso il cyberspazio, il dominio di An0nymous.

Ogni singola persona potente che ha firmato questo ordine dovrebbe tremare, perché la forza di Internet sta per essere scatenata su di loro. Dalla CIA, al Presidente degli Stati Uniti e agli agenti che hanno portato Assange fuori dall’ambasciata, sono tutti esposti e considerati come nemici del popolo ed è ora che An0nymous agisca di conseguenza.

Un altro campo di battaglia che le persone libere del mondo devono utilizzare sono le strade. Le proteste di strada sono talvolta viste come uno sforzo inutile, ma l’attuale rivoluzione in Francia e in altre parti del mondo ci mostrano che i governi possono piegarsi alla volontà della gente.

Per settimane, Assange e Wikileaks hanno messo in guardia ripetendo che l’arresto era imminente e il popolo del Regno Unito ha avuto la possibilità di formare una catena umana attorno a quell’edificio per impedire alle autorità di arrestarlo. Tuttavia, non è ancora troppo tardi per agire in modo simile. Se le proteste cominciassero, con la portata e l’intensità delle recenti manifestazioni in Francia, contro il Regno Unito in risposta all’arresto di Assange, ciò potrebbe contribuire a proteggerlo e, eventualmente, a cambiare l’esito del suo caso.

Assange è stato nominato al Nobel per la pace ogni anno dal 2010, quando il suo caso ha iniziato a raccogliere l’attenzione dei media internazionali, ed egli è molto amato dalle persone di tutto il mondo, specialmente da coloro che sono in grado di vedere attraverso la propaganda che giustifica la politica estera degli Stati Uniti e dei loro alleati

Sfortunatamente, l’establishment non sembra capirlo, quindi questo è un avvertimento per l’istituzione: rilascia Assange o pagherai!

È giunto il momento per noi di unirci, è giunto il momento per noi di alzarci in piedi e combattere!

Siamo anonymous!

Noi siamo una legione!

Non perdoniamo!

Non dimentichiamo!

Aspettaci!”

.

Fonte: Anon News

.

VIDEO

.

.

.

.

.


Gen 1 2019

Gli armamenti, la pace ed il governo giallo-verde. Tradimento di Stato!

.

.

.

Il primo gennaio la Chiesa celebra la Giornata Mondiale della Pace, una pace mai come in questo momento minacciata, nell’indifferenza generale.

.

di Alex Zanotelli

Il mondo sta sottovalutando il pericolo di una guerra nucleare che potrebbe condurre alla fine della civiltà umana,” ha affermato il presidente russo Putin nella conferenza stampa di fine anno. E questo per due nuovi elementI. Il primo, è rappresentato dalla “tendenza ad abbassare la soglia per l’uso di armi nucleari, creando cariche nucleari tattiche a basso impatto che possono portare a un disastro nucleare globale.

Purtroppo, a questa categoria , appartengono le nuove bombe nucleari, B61-12 che il prossimo anno gli USA piazzeranno in Italia , in sostituzione di una settantina di vecchie ogive atomiche. L’altro pericolo viene dalla “disintegrazione del sistema internazionale di controllo degli armamenti,” espresso dal recente ritiro degli USA dal Trattato INF (1987) che permette a Trump di schierare in Europa missili a raggio intermedio con base a terra.

Ora il nostro governo gialloverde ha approvato in sede NATO tale piano e ha dato la disponibilità a installarli in Italia come quelli che erano stati installati a Comiso negli anni ’80. E’ ormai una vera corsa fra USA e Russia al riarmo nucleare. Gli USA , già con Obama ed ora con Trump, hanno messo a disposizione oltre mille miliardi di dollari per modernizzare il loro arsenale atomico.

La Russia sta tentando di tenere testa agli USA (Putin ha appena annunciato di aver testato il nuovo missile intercontinentale ipersonico!) cercando di avvicinarsi alla nuova potenza , la Cina, che nel 2017 ha speso ben 228 miliardi di dollari in difesa. Trump, che nel 2017 ha speso un’enorme cifra in armi, ben 660 miliardi di dollari, sta sferzando i suoi alleati europei perché tutti investano in armi almeno il 2% del PIL.

Se l’Italia obbedisse agli ordini di Trump spenderebbe cento milioni di euro al giorno in armi (già oggi ne spende settanta milioni al giorno!). Siamo ormai davanti ai due blocchi armati fino ai denti con 15.000 bombe atomiche a disposizione e un enorme armamentario. Siamo alla follia collettiva: nel 2017 abbiamo raggiunto a livello planetario l’astronomica cifra di 1.739 miliardi di dollari, pari a oltre 4,5 miliardi di dollari che spendiamo ogni giorno in armi. E’ una polveriera che potrebbe scoppiarci fra le mani. Gli scienziati dell’Orologio dell’Apocalisse a New York hanno puntato l’orologio a due minuti dalla mezzanotte. Davanti a questo pauroso scenario, rimango sbalordito dal silenzio dei cittadini italiani. Perché il grande movimento per la pace non scende unitariamente in piazza per contestare il “governo del cambiamento” che, nonostante le promesse, è diventato guerrafondaio come gli altri? E dovremmo chiedere le ragioni per cui questo governo giallo-verde :

-si rifiuta di firmare il Trattato ONU per l’abolizione degli ordigni nucleari;

-ha accettato che vengano collocati in Italia i nuovi missili nucleari;

-ha deciso di comperare gli F -35, definiti oggi ‘irrinunciabili’, mentre durante la campagna elettorale erano “strumenti di morte”;

-continua a vendere le bombe all’Arabia Saudita che le usa per bombardare lo Yemen in violazione della legge 185/90, che vieta la vendita di armi ai paesi in guerra (i 5 Stelle durante la campagna elettorale ne avevano chiesto “ l’embargo totale”);

-ha deciso di lasciare i soldati in Afghanistan, mentre il ritiro dei nostri soldati da quel paese era stato il cavallo di battaglia dei 5 Stelle.

Abbiamo scritto, a nome dei centomila che hanno marciato alla Perugia –Assisi, sia al Governo che al Parlamento perché riceva due delegazioni alle quali dare risposte a queste domande. A tutt’oggi , silenzio! E’ il tradimento di questo governo!

Mi appello altresì alle comunità cristiane che facciano tesoro delle forti prese di posizione di Papa Francesco sulla guerra e sulle armi. E’ un magistero il suo, di una lucidità e forza straordinaria. Mi auguro che questo venga presto percepito dai sacerdoti e dai fedeli.

“Offrire la pace è al cuore della missione dei discepoli di Cristo”, afferma Papa Francesco nel suo messaggio per la Giornata Mondiale della Pace 2019.

E allora mettiamoci insieme, credenti e non, per un impegno serio contro la folle corsa agli armamenti, soprattutto nucleari, foriera di nuove e micidiali guerre.

Che il 2019 sia un anno di mobilitazione popolare per la Pace!

.

1 gennaio 2019

.

.

.

.


Dic 9 2017

Anonymous #OpUSA #OpIsrael | Cyberattacco al Governo d’Israele ed Usa

.

.

.

Dopo la dichiarazione di Trump in merito alla capitale d’Israele, il movimento mondiale di Anonymous ha deciso di riprendere con determinazione la sua antica guerra contro il governo israeliano e contro quello USA. L’obiettivo dell’attacco, con la mobilitazione del collettivo e tutto il mondo degli antagonisti, è quello di colpire siti e domini israeliani ed americani come la Casa Bianca, La Federal Reserve, il portale open data, della sicurezza sociale e altri indirizzi sensibili del governo israeliano. L’iniziativa del cyberattacco tende a ricordare al mondo la lunga lotta per la liberazione della Palestina ed il riconoscimento di Gerusalemmme come sua capitale. Nel tradizionale messaggio di Anonymous, sotto riportato, troviamo una sorta di elenco di siti dove trovare i database con indirizzi mail e dati sensibili di impiegati governativi e presunti agenti del Mossad, il servizio segreto israeliano ed indirizzi sensibili del governo USA. (madu)

 

.

Anonymous OpUSA – OpIsrael

A Guest – Dec 7th, 2017 –  2,126

Governi di Usa e Israele la nostra pazienza è finita!
Basta parole, adesso si agisce.
Anonymous non può stare in silenzio davanti alle vostre azioni.
È tempo di Anonymous.

Lista di destinazione per gli attacchi al Governo USA ed Israeliano ( Main Attacks: Data Dump , Government Breach , Defacing , DDoSing )

.

Targets:

https://www.usa.gov/ = USA

https://www.gov.il/ = Israel

https://www.state.gov/ = USA

http://www.president.gov.il/ = Israel

https://www.whitehouse.gov/ = USA

http://itrade.gov.il/ = Israel

https://www.ssa.gov/ = USA

http://www.investinisrael.gov.il/ = Israel

https://www.data.gov/ = USA

http://www.antitrust.gov.il/ = Israel

https://www.irs.gov/ = USA

http://www.boi.org.il/en/ = Israel

https://www.federalreserve.gov/ = USA

http://www.space.gov.il/ = Israel

https://www.shabak.gov.il/ = Israel

.

Iniziare lo spamming  colpendo gli obiettivi: Governo d’Israele ed USA con Data Dump, Government Breach e DDoSing.

Divulgare   #OpUSA + #OpIsrael defacciando qualsiasi dominio .us e .il

Utilizzare gli hashtag #OpUSA, #OpIsrael e #FreedomInWorld per vedere tutti i post di Anonymous sui social media.

I nostri ultimi hacks e attacchi saranno caricati sul sito https://www.cyberguerrilla.org/blog/

Pagina principale per effettuare deface (attacco) Anonymous per OpUSA – OpIsrael ed il codice può essere trovato qui: https://ghostbin.com/paste/o3o88

.

We Are Anonymous,

We Are Legion,

We do not forgive,

We do not forget

Government of USA and Israel,

Expect us.”

.

VIDEO

.

Fonte:  pastebin.com

.

.

.

.