Mag 31 2011

Orwell e Don Milani ed i risultati delle elezioni

Dopo la grande gioia e il sapore della vittoria proporrei un attimo di riflessione leggendo l’articolo di Carlo Gubitosa. (madu)

.

.

A Milano e Napoli perde la destra, ma chi vince?

Scusatemi, ma io non mi unisco ai festeggiamenti

Orwell e Don Milani mi hanno insegnato a guardare dalla parte degli ultimi
30 maggio 2011 – Carlo Gubitosa
.
Mi fa piacere che a Milano e Napoli sia stato rovesciato il potere dei partiti di governo, ma per me questo non e’ ancora abbastanza per stappare lo champagne. Non dimentico di cosa e’ stato capace il potere della cosiddetta “sinistra”: hanno inventato i lager di stato chiamandoli CPT, hanno fatto “guerre umanitarie”, hanno fatto consigli comunali con maggioranze Lega-PDS, hanno permesso a Berlusconi di candidarsi nonostante fosse titolare di concessioni pubbliche.
La destra ha perso, la sinistra crede di aver vinto scambiando per consenso reale un voto di protesta esasperato, e il popolo della sinistra pensa di aver vinto assieme ai suoi nuovi governanti.
Come antidoto ai facili entusiasmi, mi rimetto a leggere Orwell e Don Milani. In “1984” Orwell ha raccontato che i “medi” si fanno sostenere dai “bassi” solo fino a quando gli servono per rovesciare gli “alti”, e che dal punto di vista degli ultimi cambia solo il nome dei padroni.
Don Milani, invece, spiega che nel giorno della “vittoria” dei partiti popolari bisogna smettere di dar loro ragione quando si saranno insediati nella “reggia del ricco”, e ritornare nelle casucce puzzolenti dei poveri.
E io, che cerco umilmente di seguire i loro insegnamenti, non festeggero’ un bel niente fino a quando non sara’ stata garantita uguaglianza di diritti, di opportunita’ e di prospettive per il futuro a tutti i migranti, precari, poveri, disoccupati, cervelli in fuga, gay, lesbiche, anarchici e disadattati che mandano avanti questo paese.
Ma se voi proprio ci tenete a far festa, vi ripropongo questi testi da degustare tra un brindisi e l’altro.
Buona lettura. (leggi tutto)
.
.

Mag 30 2011

Finalmente si è alzato il vento! Alla Vittoria e alla Speranza!

.

.

.

.


Mag 29 2011

Siria – Video-Appello disperato

Avaaz.org – Abbiamo appena ricevuto un video-appello disperato da un membro di Avaaz in Siria che ha messo in pericolo la sua vita per chiederci aiuto.

.

.

Il regime siriano sta mettendo sotto assedio intere città, e il suo obiettivo è di annientarle per distruggere il movimento pacifico pro-democrazia. Le forze dell’ordine hanno tagliato i rifornimenti di cibo, acqua e medicine a queste città, sparato a centinaia di cittadini e arrestato e torturato migliaia di manifestanti. In molti casi prima di liberarli hanno addirittura tolto loro le unghie, così da dare un messaggio agli altri manifestanti.

Nonostante questo terrore inimmaginabile, il popolo siriano si rifiuta di rimanere in silenzio ed è invece deciso a proseguire un cammino nonviolento per uscire da questo incubo. Fai una donazione per dare al movimento siriano sostegno finanziario e di altro tipo: dall’assistenza medica urgente alla diffusione di messaggi pubblici per chiedere ai soldati di rifiutarsi di sparare ai manifestanti.

Guarda il video-appello e fai una donazione!

.

Fonte: Avaaz.org

.