Nov 30 2009

13.000 McDonald negli Stati Uniti

.

.

 

La mappa dei McDonald distribuiti sul territorio degli Stati Uniti.

.

Si riscontrano su tutto il territorio 13.000 fast food. La distanza massima tra 2 locali è di 172 Km. E’ spaventoso!

ECCO SPIEGATO PERCHE’ SUCCEDE QUESTO:

.

.

Cosa c’è di sbagliato in McDonald’s?

.

.

.

.


Nov 29 2009

Messaggi da Obungos: don Aristide ed il volo

.

.       

.

 

Da: don Aristide
a: maribù duniverse

Questo profumo e questi colori mi ricordano un luogo di singolare bellezza, che scoprii quando ormai ero troppo vecchio.
Ricordo che quando percorrevo il sentiero e avvertivo sul viso quella leggera brezza, capivo di esser giunto a destinazione ed il mio sguardo poteva unirsi a quei colori, a quelle sinuosità, a quei dolci ritmi. Esso era finalmente libero! Gioiosamente libero! Allora, si lanciava giù a strapiombo sfiorando le onde del mare. Risaliva rapidamente attraversando, con rispetto, i secolari alberi d’olivo; e correva, ancora, sfiorando quelle casette bianche per poi sparire, rapito dall’immaginazione, dietro le isolette sparse sul mare. Alcuni istanti ed ecco che ricompariva eccitato, accompagnato in volo dai gabbiani.
Credo che quella visione e quelle sensazioni racchiudano il senso di tutta un’esistenza.
Un giorno, proprio in quel luogo, mi accadde qualcosa di straordinario. Dopo aver liberato il mio sguardo, come sempre, in quel panorama stupendo, mi accorsi che dietro di me cominciarono a raggrupparsi dei gabbiani. Erano tanti, immobili, come incantati osservavano il vuoto dinanzi, così come facevo io.
Quelle creature poi d’improvviso cominciarono a danzare ed emettere suoni che sembravano creare una musica irreale. Si strinsero tutte intorno a me: affascinato le lasciai fare. Sollevarono il mio corpo ed io sentii nascere dai piedi qualcosa d’indescrivibile che iniziò ad investirmi tutto.
Qualcosa stava accadendo: un attimo ed i gabbiani mi lasciarono cadere nel vuoto!
Fu allora che io ebbi paura, ma tutto svanì quando capii di abbandonare per sempre il mio corpo. Ebbi la sensazione di abbracciare tutto lo spazio intorno, poi la Terra ed infine l’Universo intero.
Fu, in quell’istante, che realizzai: stavo volando!
I gabbiani mi guidarono delicatamente e mi portarono a sfiorare la superficie del mare.
Attraversammo gli olivi secolari, passammo dinanzi alle case bianche e dietro le isolette, dove poi sparimmo per sempre. Questa è l’ultima ed unica cosa che io ricordo della mia vita da umano: l’ultima e sola splendida esperienza.
Ma prima di allora cosa era stata la mia vita? Era esistita realmente? Avevo amato? Avevo sofferto? Avevo gioito?
Sono domande che non potranno mai avere risposta. Ma non m’interessa, quel giorno per me fu un giorno speciale! L’Universo mi donò una nuova vita le ali e la libertà.
Da allora, ogni giorno è semplicemente meraviglioso, perché penso che da qualche parte sulla Terra, qualcun altro aspetterà di volare.

E, ascolteremo così, un nuovo e silenzioso battito d’ali.

.

.

.

.

.

.

.

 

.

.


 


Nov 29 2009

Vegetariani in Italia: Film-documentario “Vegetarian party”

Finalmente un documentario sul vegetarismo ed i vegetariani. (madu)
 
 
 
VEGETARIAN PARTY
 
 
 
 
 
 
ESCE IN ANTEPRIMA AL 63° SALERNO FILM FESTIVAL
il Film- Documentario:
"VEGETARIAN PARTY"
con Red Ronnie, Pino Caruso, Ivan Cattaneo. Film sui Vegetariani oggi in Italia.
 
 

Mercoledì
25 Novembre 2009, al Cinema Augusteo, in concorso di categoria al 63°
Salerno Film Festival è uscito in Anteprima IL FILM DOCUMENTARIO 
“VEGETARIAN PARTY”. Film prodotto dalla produzione napoletana CINEMA
DISTRIBUZIONE  (www.cinemadistribuzione.com), Prodotto insieme a Radio Animalista.net (www.radioanimalista.net).

Il Film Documentario è il viaggio intrapreso nella fine dell’estate
del 2009 in giro per l’Italia dal Sud al Nord dell’Italia,
intervistando i vegetariani italiani da eventi, a personaggi comuni, oltre che diretto
dal Regista napoletano Cristiano Ceriello (già regista dei film Dogma
95 italiani dal 2003 al 2005. (leggi tutto)

 

Fonte: Promiselnad.it

 

Nov 27 2009

L’homo sapiens sapiens specie primitiva?

.

.

origine2

.

L’uomo moderno Homo sapiens è un primate della famiglia degli ominidi, unica specie vivente del genere Homo.

Secondo voi quale specie su questo pianeta è quella più primitiva?

.

Australia novembre 2009. Il Governo decide di abbattere 6.000 dromedari.

.
.
Nepal  novembre 2009. Gadhimai Festival verranno sacrificati 300.000 animal (bufali, capre, pecore, polli, piccioni e topi)
.
.
Giappone. Ogni anno vengono uccisi da 20.000 a 22.000 specie di delfini (stenelle, tursiopi , globicefali e focene)
.
.
Danimarca Isole Far Oer. Ogni anno un rito locale porta al massacro di centinaia di balene.
.
.
Sud Africa. Riaperta la caccia agli elefanti.
.
.
Canada. Negli ultimi 4 anni sono state massacrate 1 milione e 300.000 foche.
.
.
Cina. I cinesi mangiano le ultime tigri rimaste! Negli ultimi 100 anni il numero delle tigri si è ridotto del 95%. Nel 2005 si contavano, nelle zone-rifugio, tra i 20 e i 50 esemplari,ad aprile di questo anno il numero è sceso a solo 6-14 tigri rimanenti.
.
.
.
E in Italia?
.
.
.
.
Perdonatemi se mi è scappata qualche altra “piccola” crudeltà da segnalare verso questi esseri indifesi.
.
.
.

La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono
giudicare dal modo in cui tratta gli animali.
M. K. “Mahatma”
Gandhi (1869-1948)

.

.

.

.

 

 

 


Nov 25 2009

Napoli 2-3-4 Dicembre 2009 : Tre giorni di Media Indipendenti

 

Tre giorni di Media Indipendenti

[workshop]

2-3-4 Dicembre 2009

 

 

Napoli – Palazzo Gravina 

Facoltà di Architettura – Terzo Piano Autogestito

 

Pensiamo che la comunicazione indipendente sia una necessità
irrinunciabile dei nostri tempi, a prescindere dal mezzo con cui si
attua. Streaming-radio, tele-street, web-site, carta stampata: sono
diverse le strade che abbiamo battute nel corso degli anni, in cui la
varietà dei percorsi seguiti e la loro differente maturità non ha
impedito che queste realtà si toccassero e lavorassero insieme a
progetti di rete, sia a livello locale che nazionale. Ne è esempio la
stagione del G8 di Genova, momento culmine delle lotte degli ultimi
anni ‘90 in cui fu ancora più palese che l’informazione non potesse
essere delegata ai media mainstream, schierati a difendere gli
interessi oligarchici della lobby di turno.

Per rilanciare queste pratiche e l’idea di una comunicazione dal
basso,comunitaria e indipendente, il 2, 3 e 4 dicembre invitiamo tutti
i mediattivisti locali e le realtà attive sul territorio nazionale al
Terzo Piano Autogestito della facoltà di Architettura, per cercare di
riallacciare i fili dei percorsi compiuti e incompiuti, tracciare un
profilo della situazione attuale e ipotizzare scenari futuri. Una festa
– perché la differenza passa anche nelle forme e non solo nei contenuti
– aperta, orizzontale, plurale. Un’occasione che rimetta in contatto
fra loro questi progetti; che rifletta, discuta, riaffermi cosa vuol
dire fare comunicazione indipendente e libera, al tempo in cui la
stampa mainstream si appella alla piazza per la difesa di una libertà
di espressione che vorrebbe arrogarsi il diritto di rappresentare.

in particolare vogliamo:

– condividere le nostre esperienze con chi questi progetti li porta
avanti da molto tempo, confrontarci sui percorsi, lo stato delle cose,
ricercare soluzioni tecniche e pratiche per superare la frammentazione
attuale.

– presentare il nostro lavoro attraverso workshop tecnici in modo da
condividere esperienze e conoscenze con chi vuole cominciare a fare
comunicazione indipendente: il nostro scopo è il contagio!

– discutere dei nostri strumenti e di quelli a disposizione, di come
stiano cambiando il sistema della comunicazione e le modalità di
sfruttamento economico del flusso informativo.

Noi ci mettiamo la proverbiale ospitalità dei mediattivisti napoletani con musica, chiacchiere, aperitivi.

Da voi ci aspettiamo quanto prima eventuali adesioni all’iniziativa.

Chi volesse collaborare alla costruzione della tre giorni può farlo iscrivendosi alla lista M.I.NA. (http://lists.teknusi.org/cgi-bin/mailman/listinfo/mina) usata per coordinare gli sforzi organizzativi.

Radiolina, Radio Di Massa, Terzo Piano Autogestito, Radiossina, Radiovostok, Napoli Monitor, Insu^tv, Radioazioni, Indymedia Napoli, Radio Onda Rossa

 

PROGRAMMA