Nov 30 2008

McDonald’s brevetta il metodo per fare i panini

 

 

 

 

Nell’ormai folle corsa dell’umanità verso non si sa quale destino, con
tutti i gravi problemi che ci assillano: finanziari, ambientali,
energetici, fame, guerre e chi ne ha più ne metta, alcuni signori hanno
pensato bene di brevettare un metodo di come preparare un panino. Si!
Avete capito bene. Come farcire un panino. Ormai la follia si è impossessata della
mente di alcuni individui. La multinazionale del
fast food, McDonald’s, deposita il metodo per renderlo esclusivo. Ma è
possibile, che una azienda che negli anni ha subito e subisce ancora
attacchi su tutti i versanti, da quello alimentare a quello culturale
ed ambientale, invece di migliorare il proprio rapporto con il mondo ,
spari  delle emerite cazzate?  (madu)

Leggi  l’articolo.

 

 

Approfondimenti:

McDonald's...
tutto quello che non vogliono farti sapere

McNudo  ( 100 buone ragioni per stare alla larga da McDonald’s)

Boicotta

Chainworkers  (giovani precari delle grandi distribuzioni)

 

 

Nov 15 2008

Sentenza Genova 2001: è una vergogna!

 

E’ UNA VERGOGNA!

 

DA: Appello Genova G8

 

Genova 2001. Noi c’eravamo


[14 Novembre 2008]
 
Noi c’eravamo e abbiamo visto.
Abbiamo visto la violenza inaudita
di quelle giornate, la caccia indiscriminata a persone inermi,
l’assoluto arbitrio nel gestire l’ordine pubblico. Siamo stati poi
costretti a registrare con sconcerto la decisione della magistratura
che ha deciso di non procedere nell’accertamento delle responsabilita’
delle forze dell’ordine per le gravi violenze subite dai manifestanti
che parteciparono al grande corteo dei 200 mila del 21 luglio 2001.
Bolzaneto, la scuola Diaz. Assieme
ad altri nomi, come Alimonda, Manin, Tolemaide, rimarranno tra le
pagine oscure di questo paese. Abbiamo aspettato sette anni per vedere
scritto nero su bianco quello che abbiamo visto e a cui abbiamo
assistito, per guardare finalmente in faccia i responsabili di quello
scempio.
La sentenza dello scorso 13
novembre sul processo Diaz è un ulteriore insulto alla nostra richiesta
di giustizia e trasparenza, alla fiducia che ancora avevamo che la
verità potesse finalmente essere sancita.
Per la “macelleria messicana”, così
definita dall’allora vicequestore aggiunto della Questura di Roma
Michelangelo Fournier, i responsabili si trovano solamente tra la
manovalanza di Canterini, allora comandante del I Reparto Mobile di
Roma.
Nessun vertice della Polizia è
stato incriminato: né Francesco Gratteri, promosso a direttore del
dipartimento Anticrimine, già a capo dello Sco; né Gilberto Caldarozzi,
promosso a capo del Servizio centrale operativo; né Giovanni Luperi,
promosso al vertice del servizio segreto civile, già vicedirettore
dell’Ucigos; né Spartaco Mortola, già dirigente della Digos, ora
promosso vicequestore aggiunto a Torino.
Tutti assolti.
Mentre l’allora capo della Polizia,
Gianni De Gennaro, responsabile della piazza durante il G8 di Genova,
e’ diventato addirittura direttore del Dipartimento delle Informazioni
per la Sicurezza della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Rimangono i verbali falsificati,
gli arresti ingiustificati, le molotov introdotte illegalmente nella
scuola per giustificare l’assalto, la loro sparizione dall’ufficio
della Questura di Genova dove erano in custodia come corpo del reato, a
fare da sfondo ad un’ulteriore brutta pagina della democrazia italiana.
Noi c’eravamo e per
questo auspichiamo un sussulto democratico. Una reazione pubblica,
pacifica e nonviolenta per dimostrare che in questo paese esiste ancora
un tessuto democratico, e che la convivenza civile si deve basare sul
principio di responsabilità, sul riconoscimento dei diritti di tutti e
su una giustizia che sappia tutelare le vittime e applicare il
principio che la legge è uguale per tutti.

 
I  DIRITTI  NEGATI
 
 
 
 
Approfondimenti:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Nov 14 2008

Europa libera da OGM

 

E’ urgente! Manca poco tempo e dobbiamo farci sentire.   (madu)

Da: Greenpeace

 

 

ENTRA IN AZIONE PER UN’EUROPA LIBERA DA OGM

 Il governo austriaco ha pubblicato uno studio
molto preoccupante sui rischi sanitari legati agli OGM: topi nutriti
con mais transgenico hanno mostrato effetti negativi sulla fertilità,
generando meno prole rispetto a topi alimentati con mais non-OGM.
Questo dimostra quanto poco sappiamo degli organismi geneticamente
modificati e del loro impatto a lungo termine sulla salute e
sull’ambiente. Dimostra anche quanto sia lacunosa l’attuale procedura
di valutazione dei rischi a livello europeo.


Ora abbiamo un’occasione d’oro: il prossimo 4 dicembre i ministri
dell’Ambiente europei si riuniranno per decidere se rafforzare o meno
il sistema di valutazione dei rischi OGM.


Alla luce della ricerca austriaca, possiamo e dobbiamo chiedere ai
nostri politici di far sentire la loro voce, sconfiggere la lobby
pro-OGM e votare per proteggere l’ambiente e i consumatori.

 

MANCANO 21 giorni AL VOTO DEL CONSIGLIO DELL’AMBIENTE EUROPEO!!

SCRIVI SUBITO
AI MINISTRI!

VAI!