Set 26 2018

Anonymous | Attacco sito web UNUCI*: resi pubblici dati di ufficiali in congedo

 

LulzSec Italia, il gruppo di hacktivisti collegati ad Anonymous, ha colpito nella serata del 17 settembre  il mondo militare. Come solito attraverso i tweet con gli hashtag #Anonymous e #LuizSecITA, il collettivo ha comunicato di aver prelevato e pubblicato i dati di militari in congedo. Ecco il testo del video-messaggio:

 

“Salve popolo italiano,

Nonostante la continua crisi economica e lavorativa, e l’evidente difficoltà in cui versa il nostro paese, i budget per la Difesa continuano ad essere aumentati. (http://www.repubblica.it/politica/2018/02/01/news/rapporto_sulle_spese_militari_- _la_scheda_fonte_osservatorio_milex_-187808208/

Il budget del Ministero della Difesa sale nel 2018 a € 21 miliardi (1,2% PIL), +3% in un anno, +1% nell’ultima legislatura, +18% nelle ultime tre legislature) quando tutti siamo a conoscenza del fatto che ci sono problemi più gravi, che non possono essere risolti con le armi.

Con il passare del tempo, il Nostro Stato ha permesso una militarizzazione del Nostro paese, che limiterà sempre di più le nostre libertà. La Nostra sicurezza non dovrebbe essere garantita solo dalle armi ma anche da uno Stato che vegli sulla propria gente, cosa che il governo ha smesso di fare da molto tempo ormai.

Noi teniamo molto alla privacy, e lottiamo ogni giorno per cercare di farla preservare al meglio. Ma non con queste persone, loro non meritano la privacy. Non vogliamo le informazioni del POPOLO, perchè Noi stessi siamo il POPOLO.

Corrotti, avidi e approfittatori che mangiano alle nostre spalle e che gestiscono un sistema corrotto (di cui tutti sono al corrente ma solo pochi hanno il coraggio di affrontare) mettendo alla luce della verità su imbrogli, malefatte, che vogliono gestirci e sfruttarci. Scrivono sempre più leggi e sanzioni per ottenere quante più informazioni possibili sulla Nostra vita, in modo da poterci controllare nei momenti che desiderano, monitorando così ogni Nostro spostamento quotidiano.

Non chiediamo a nessuno di “fidarsi di Noi”. Pertanto nessuno deve pensare che tutto ciò venga fatto per propaganda o ancor peggio, per diffondere “fake news”. Tutti Voi dovreste aprire gli occhi, e capire chi stia diffondendo la verità e chi invece le menzogne.

Non siamo terroristi come ci dipingete, siamo solo assetati di Verità e Onestà.

Non sono i popoli a dover aver paura dei propri governi, ma i governi che devono aver paura dei propri popoli.

#Anonymous e LulzSecITA sono qui per Voi.

 

Noi siamo Anonymous,

Noi siamo legione,

Noi non dimentichiamo,

Aspettateci!”

 

 

_____________________________________________________

* Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia

 

 

 

 


Apr 13 2018

#OpIsrael2018 | Cyberattacco del 7 aprile: hackerati 1500 siti israeliani!

.

.

.

“#OpIsrael2018: Operazione compiuta!” Come preannunciato il 4 aprile, nel video messaggio di Anonymous  , il cyberattacco ad Israele è stato portato a termine.

 

#Opisrael2018: “Giant’s-ps” ha hackerato 1.500 siti Web israeliani

Il gruppo pro palestinese Hacking Giant’s-ps ha hackerato oltre 1500 siti israeliani per # opisrael2018. #opisrael è un attacco informatico annuale anonimo contro Israele. Conosciuto anche come #OpSaveGaza.

Questo hacker ha oscurato oltre 1500 siti israeliani + trapelato oltre 1150 carte di credito e più informazioni personali dei cittadini israeliani tra cui e-mail, numero di telefono, nome, data di nascita e lavoro.

La maggior parte delle loro azioni di hacking sono state postate su Twitter e Facebook (twitter / giantsps)

Anche l’hacker Th3falcon (codificatore oscuro) ha deturpato 8+ siti Web israel in # Opisrael2018, oscurando anche alcuni siti web israeliani ufficiali.

Quest’anno è stato un attacco a sorpresa per Israele.

Gli ultimi 2 anni di opisrael non hanno avuto un gran successo, ma quest’anno l’azione ha avuto più successo del previsto.

(Qui troverai i 1500 links dei siti hackerati)”

.

Fonte: CyberGuerrilla

.

.

.

.

 


Apr 4 2018

Cyberattacco ad Israele | Anonymous – #OpIsrael2018 (7 April)

.

.

.

“Salve mondo, Noi Siamo Anonymous.

Questo è un messaggio per le folli entità sioniste. Stiamo tornando a punirvi di nuovo, per i vostri crimini nei territori palestinesi. Tutto ciò che vediamo è un’aggressione continua, bombardamenti, uccisioni e rapimenti del popolo palestinese.

Ci rifiutiamo di aspettare pigramente. La nostra risposta a questi efferati crimini contro l’umanità sarà il 7 aprile 2018. Come abbiamo fatto molte volte, elimineremo i server, i siti web governativi, i siti militari israeliani, le vostre banche e le vostre istituzioni pubbliche.

Vi cancelleremo dal cyber spazio come facciamo ogni anno. Continueremo ad attaccarvi elettronicamente fino a quando il popolo della Palestina non sarà libero.

Al governo di Israele:

Non hai fermato le tue infinite violazioni dei diritti umani. Non hai fermato gli insediamenti illegali. Hai ucciso migliaia di persone. Hai dimostrato di non rispettare i diritti umani. Questo è il motivo per cui in questo 7 aprile 2018, squadroni di élite provenienti da tutto il mondo decideranno di unirsi in solidarietà con il popolo palestinese, contro Israele come un’entità per distruggere e cancellare Israele dal cyberspazio.

Ti porteremo giù!

Ti daremo la caccia!

Avresti dovuto aspettartelo!”

.

VIDEO MESSAGGIO

.

.

Fonte: cyberguerriglia.org

.

.

.

.