Mag 14 2019

Non lasciamolo solo! Scriviamo a Julian Assange

.

.

.

.

.

Scrivi a Julian Assange

.

.

Aderisci alla campagna di massa per scrivergli una lettera

.

Mr Julian Assange
DOB: 3/07/1971
HMP Belmarsh
Western Way
London SE28 0EB
UK

.

.

#LettersToJulian

Solo brevi note personali. Includi un’azione che hai fatto per ProtectJulian ( * Clicca per gli esempi )

 

È possibile inviare posta all’indirizzo sopra indicato (bisogna includere la data di nascita di Julian)

È necessario includere il proprio nome e cognome e l’indirizzo sul retro della busta, altrimenti la lettera non verrà consegnata, come da regolamento https://www.prisonadvice.org.uk/hmp-belmarsh

Per favore includi carta bianca e una busta vuota con la tua lettera. Se sei nel Regno Unito, includi francobolli aggiuntivi all’interno della busta.

Tutte le lettere sono lette da Belmarsh e dalla sicurezza. Non inviare lettere contenenti argomenti sensibili, si prega invece di contattare gli avvocati di Assange per qualsiasi questione delicata.

.

.

.

.


Mag 9 2019

Tribunale Bologna | I richiedenti asilo hanno diritto alla residenza anagrafica anche dopo il decreto Salvini

.

.

.

2 Mag, 2019

I richiedenti asilo hanno diritto alla residenza anagrafica anche dopo il decreto Salvini. Il Tribunale di Bologna accoglie il ricorso dell’Associazione Avvocato di strada

.

Con un provvedimento del 2/05/2019 il Tribunale ordinario di Bologna ha accolto integralmente il ricorso presentato da una nostra assistita: una cittadina extracomunitaria richiedente asilo alla quale era stata respinta la domanda di iscrizione anagrafica presso il Comune di Bologna, in forza del Decreto Legge 113/18 (decreto Salvini) convertito in legge 132/18.

Il giudice ha accolto il nostro ricorso ed ha ordinato al Sindaco di Bologna di procedere alla iscrizione della nostra assistita nel registro anagrafico della popolazione residente nel Comune di Bologna.

Questa nostra grande vittoria ha avuto un ampio risalto su tutti i media italiani. In questi giorni sono state spese tante parole. Il Ministro dell’Interno, ad esempio, ha detto che la sentenza di Bologna è vergognosa e che i giudici che vogliono aiutare gli immigrati dovrebbero cambiare mestiere e candidarsi in politica”.

La risposta più bella al Ministro crediamo che l’abbia la nostra assistita, una maestra armena di 70 anni fuggita dal proprio paese dopo aver perso marito e figlio e che si è messa a piangere quando le abbiamo detto che adesso potrà avere una carta di identità e curarsi.

Trovate di seguito la sua intervista a Repubblica e ai microfoni di La7. Dal canto nostro siamo felici per questa vittoria, sopratutto perché crediamo sia servita a far tornare all’ordine del giorno le discussioni sulla legittimità di vari aspetti del decreto sicurezza e perché consentirà a tanti richiedenti asilo di vedere finalmente riconosciuti i propri diritti.

Noi continueremo a lavorare perché questo avvenga.

.

Fonte: avvocatodistrada.it

.

.

.

.

.


Apr 29 2019

Australia | Il Partito Socialista per l’Eguaglianza (SEP) scende in campo per la libertà di Assange e Manning

.

.

Il 4 maggio, il Comitato Internazionale della Quarta Internazionale organizza il suo Rally Internazionale del Primo Maggio Internazionale, con relatori e partecipanti provenienti da tutto il mondo. Registrati oggi!

.

.

SEP (Australia) sta per tenere la riunione elettorale e le riunioni in difesa di Assange

.

Come parte della sua campagna elettorale, il Partito socialista per l’uguaglianza (Australia) organizza una manifestazione e chiede la libertà per il fondatore di WikiLeaks Julian Assange e per Chelsea Manning, il coraggioso informatore che è stato detenuto dall’amministrazione Trump per più di cinque settimane.

L’arresto illegale di Assange, da parte della polizia britannica nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra l’11 aprile, è un grave attacco ai diritti democratici della classe operaia. Ha lo scopo di facilitare l’estradizione di Assange negli Stati Uniti, dove si troverà ad affrontare accuse inventate sulle esposizioni di Wikileaks di crimini di guerra statunitensi, operazioni di sorveglianza di massa e intrighi diplomatici.

Il tentativo di perseguire Assange, per attività di pubblicazione lecite, non è altro che una mossa per abolire la libertà di stampa e la libertà di parola e creare un precedente per la soppressione della crescente opposizione al militarismo, alla disuguaglianza sociale e all’autoritarismo. Deve essere contrastato da tutti i lavoratori, studenti e giovani.

L’establishment politico australiano sta svolgendo un ruolo centrale in questa cospirazione. Ogni governo australiano, a partire dal governo laburista sostenuto da Verdi di Julia Gillard nel 2010, ha rifiutato di difendere Assange, un cittadino australiano, collaborando invece alla vendetta guidata dagli Stati Uniti contro il fondatore di WikiLeaks. I Verdi, i sindacati e i gruppi di pseudo-sinistra hanno mantenuto per anni un complice silenzio sulla sua persecuzione.

I raduni e le riunioni del SEP richiederanno al governo australiano di usare immediatamente la sua discrezione legale e i suoi poteri diplomatici per assicurare il passaggio sicuro di Assange in Australia, con una garanzia contro l’estradizione negli Stati Uniti. Gli eventi saranno finalizzati alla costruzione del movimento di massa che sarà richiesto per costringere il governo a soddisfare questi obblighi elementari.

.

Raduni elettorali SEP: Julian Assange libero! Difendi i diritti democratici!

.

Sydney
Saturday, April 27, 11am,
Outside Parramatta Town Hall,
182 Church Street, Parramatta,

.

Incontri SEP: il carcere per Assange e Manning: un attacco alla classe operaia.

.

Sydney
Saturday, May 4, 2pm,
Bankstown Library and Knowledge Centre,
80 Rickard Rd, Bankstown, Lansdowne Room 1&2,
Tickets: $5 /$3 concession

Melbourne
Saturday, May 4, 3pm,
Multicultural Hub,
506 Elizabeth St, Melbourne,
(Opposite Victoria Market, cnr Therry St),
Tickets: $5/$3 concession

Brisbane
Monday, May 6 (Labour Day), 2pm,
SEP Oxley election office,
5/12 Queen St, Goodna,
(upstairs, above coffee shop, with lift access),
Tickets: $5/$3 concession

Authorised by James Cogan for the Socialist Equality Party, Suite 906, 185 Elizabeth Street, Sydney, NSW, 2000.

.

.

Fonte: wsws.org (World Socialist Web Site)

.

.

.

.