Set 30 2013

Una cittadina nauseata denuncia Letta e il giornalista Fabio fazio

.

.

che-tempo-che-fa-2013-31

.

30 settembre 2013

Stanca delle continue bugie ed attacchi sleali di politici e giornalisti, dopo le menzogne televisive di ieri sera del presidente del consiglio ed il vergognoso assist di Fazio, nauseata come cittadina e come attivista del M5S, mi sono recata poco fa dai CC a presentare questa DENUNCIA PER DIFFAMAZIONE E CALUNNIA contro ENRICO LETTA (che non chiamerò onorevole in quanto il suo comportamento di onorevole mi sembra abbia ben poco…) ed in concorso FABIO FAZIO.

Non posso assistere senza far nulla all’uso fazioso della TV pubblica da pare dei nostri governanti, una TV pagata dai cittadini e dei cittadini, che dovrebbe informare correttamente…Non posso tacere oltre, di fronte a questa informazione, cagnolino da riporto dei partiti, che contribuisce a a deteriorare una democrazia continuamente stuprata… un’offesa non solo a chi, come la sottoscritta, ha votato e sostiene il M5S, ma a tutti i cittadini…

E INVITO TUTTI QUELLI CHE LA PENSANO COME ME A FARE ALTRETTANTO!

di seguito copio e incollo il testo della denuncia:

.

Spett.le PROCURA DELLA REPUBBLICA

C/o Tribunale Ordinario di MILANO

C/o Tribunale Ordinario di ROMA

La sottoscritta SILVIA NULLI, (…),

espone a codesta Procura i seguenti fatti:

durante la trasmissione “Che Tempo Che Fa” andata in onda sul canale pubblico RAI la sera del 29.09.2013 (http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html#day=2013-09-29&ch=3&v=272139&vd=2013-09-29&vc=3, http://www.beppegrillo.it/2013/09/letta_mente_agli_italiani.html), l’attuale presidente del Consiglio, Enrico Letta, concedeva un’intervista al conduttore Fabio Fazio, in cui affermava le seguenti parole”

Il mio partito è stato sempre favorevole al Mattarellum (…). Grillovuole il proporzionale o il Porcellum, non vuole il Mattarellum: ci vuole consenso riguardo la legge elettorale

Siccome è vero esattamente il contrario:

  • il M5S assieme a SEL è stato l’unico a votare la “mozione Giacchetti”, presentata dall’omonimo deputato PD, che proponeva il ritorno al Mattarellum e, diversamente da quanto affermato dal Presidente del Consiglio, il PD ha invece votato contro tale mozione, di fatto bocciandola, come risulta dagli atti parlamentari e come è stato anche reso noto dai media (si veda ad esempio l’allegato, tratto dal sito di Repubblica.it);
  • è falso che Beppe Grillo abbia mai affermato quello che Enrico Letta sostiene ed è altresì noto che Grillo stesso si sia fatto promotore di una proposta di legge per l’abolizione del Porcellum.

    Quindi il conduttore stesso avrebbe dovuto correttamente contraddire le affermazioni del Presidente del Consiglio, in quanto palesemente false e prive di fondamento.

Posto che il signor Fabio Fazio è dipendente del servizio pubblico televisivo nazionale e, in quanto giornalista è tenuto a doti di obiettività e che il signor Enrico Letta agiva in quel momento non nell’esercizio delle funzioni parlamentari, bensì faceva delle affermazioni personali durante una trasmissione televisiva pubblica, a parere della scrivente si raffigurano i reati di diffamazione e calunnia, in quanto le affermazioni palesemente false e tendenziose espresse nell’intervista sopra citata e le mancate obiezioni del conduttore della trasmissione, tendono a danneggiare gli eletti, gli attivisti e gli elettori del Movimento 5 Stelle;

invita

codesta procura a verificare se esistano i presupposti per accertare reati penali nei confronti di:

FABIO FAZIO

ENRICO LETTA

In fede,

…., lì …

Allegati: stampa testo articolo di cui al link:

http://www.repubblica.it/politica/2013/05/29/news/legge_elettorale_ancora_scontro_alla_camera_sulla_proposta_di_ritorno_al_mattarellum-59891351/

.

561583_3507164733774_1819744526_n

.

Fonte: Facebook

.

.


Set 29 2013

Napoli 2-5 ottobre 2013: Open Sud – Festival delle Lotte Meridionali

.

.

1379621_208129989358354_32174031_n

.

Un festival per le lotte meridionali

Napoli 2-5 ottobre 2013

CINODROMO DI Fuorigrotta (Napoli)- viale Kennedy
(a fianco ex Edenlandia, di fronte Cumana Edenlandia, 500mt Metro Campi Flegrei)

#stop_precarietà #reddito_garantito #stop_subalternità #riappropriazione #diritto_alla_casa #diritto_alla_salute #antirazzismo #beni_comuni
verso le giornate di mobilitazione dal 12 al 19 ottobre contro la precarietà, sul diritto al reddito e alla casa.
.

Programma:

————————————–

Mercoledi 2 ottobre

dalle ore 22.00

CONCERTO Apertura:

MC MARIOTTO
ALDOLA’ CHIVALA’
MARCO ZURZOLO
CICCIO MEROLLA
BISCA
JOVINE
FOJA
E. GRAGNANIELLO
in aggiornamento delle partecipazioni

ingresso al concerto a sottoscrizione (2 euro)

————————————–
Giovedì 3 ottobre

– ore 17.00 workshop:
INSORGENZE METROPOLITANE. STORIA E CARTOGRAFIA DELLE CITTA’ RIBELLI.
Riflessioni a partire dal testo di David Harvey, “Città ribelli. I movimenti urbani dalla Comune di Parigi a Occupy Wall Street” (Il Saggiatore, Milano, 2013)
a cura di
Antonio Pone (Zero81 – Orizzonti Meridiani)
Bruno Martirani (Quarto Mondo – Orizzonti Meridiani)
Danilo Caracciolo (Aula LP Lettere Precarie – Orizzonti Meridiani)

– ore 20.30 Talk:
“CONTROSTORIE:
Orizzonti Meridiani, i sud e le lotte del Mediterraneo: tra linguaggi del potere e delegittimazione politica per una storia dei movimenti e delle lotte subalterni”

Francesco Festa (Orizzonti Meridiani)- discussant
Francesco Caruso (ricercatore precario)
Fulvio Massarelli (InfoAut, autore de “La collera della casbah. Voci di rivoluzione a Tunisi”)
Luca Persico “Zulù” (99 Posse crew)
Franco Piperno (Orizzonti Meridiani)

Ore 22.00: CONCERTO

ForeMare
FRANCESCO DI BELLA – Ballads
EUGENIO BENNATO in concerto

ingresso del concerto a sottoscrizione (5 euro)

————————————-
Venerdi 4 ottobre

– ore 17.00 workshop:
“DENTRO-CONTRO E OLTRE LA METROPOLI
pratiche di riappropriazione diretta e riflessioni per abitare il conflitto”,
a cura di Magnammece o pesone.

– ore 17.00 workshop, ore 20.30 il Talk:
“ROMPERE L’AUSTERITY. Cooperazione del lavoro vivo, Reddito garantito e riappropriazione dei servizi per liberarci dal ricatto”

Giso Amendola (Orizzonti Meridiani) – discussant
Marco Bascetta (Il Manifesto)
OZ Officine Zero (Roma)
Cantieri Megaride (Napoli)
Comitato Cassintegrati FIAT Pomigliano
Terre Comuni Calabria
Realtà precarie della Campania

– ore 22:00 CONCERTO

E ZEZI
NUOVA COMPAGNIA DI CANTO POPOLARE in concerto

ingresso del concerto a sottoscrizione (5 euro)

—————————————
Sabato 5 ottobre

– Ore 17 workshop sulle lotte studentesche a cura del Collettivo studenti Autonomi Napoli e della rete StudAut

– Ore 17.00 workshop – ore 20.30 TALK:
“Lotte ambientali e diritto al territorio, verso l’autogoverno del ‘comune'”

Luca Recano (Orizzonti Meridiani) – discussant
Movimento No Gas – CSOA Tempo Rosso (Alto Casertano)
Lab. Bancarotta_ Bagnoli (Napoli)
Comitato NoTriv – CSA Depistaggio (Benevento)
Comitato NoMous – CS ExKarcere, CS Anomalia (Palermo)
SPA Arrow (Cosenza)
Comitati ambientalisti campani

Dalle ore 22.00

REGGAE AGAINST AUSTERITY
Pmk family

ingresso della dancehall a sottoscrizione (2 euro)

web zone, istallazioni, info-point
precari, collettivi, reti, comitati, comunità

.

Contatti:  info.opensud@gmail.com

Fonte: Facebook

.

.


Set 29 2013

Sostegno allo scrittore Erri De Luca. Firma la Petizione! NO al Tav Lione-Torino.

.

.

errideluca

.

Sostegno allo scrittore Erri De Luca

.

Perché lo scrittore Erri De Luca ha reagito quando le autorità hanno qualificato come “terroristi” le popolazioni che lottano da anni contro il progetto franco- italiano Tav Lione-Torino di oltre 30 miliardi di euro che richiede lo scavo di una galleria di 57 km che provocherà in maniera irreversibile il prosciugamento delle fonti (equivalente a 250 milioni di metri cubi d’acqua all’anno), mentre la linea ferroviaria esistente è utilizzata al 17% delle sue capacità.

Perché lo scrittore Erri De Luca ha detto “Resto convinto che il Tav sia un’opera inutile… Non è una decisione politica, bensì una decisione presa dalle banche e da coloro che devono lucrare a danno della vita e della salute di una intera valle. La politica ha semplicemente e servilmente dato il via libera… Ora l’intera valle è militarizzata, l’esercito presidia i cantieri mentre i residenti devono esibire i documenti se vogliono andare a lavorare la vigna”.

Perché lo scrittore Erri De Luca,alla domanda “Dunque sabotaggi e vandalismi sono liciti?”,  ha risposto in un’intervista all’Huffington Post “Sono necessari per fare capire che il Tav è un’opera dannosa ed inutile”  la Ltf, società che ha in carico del progetto, ha annunciato ai media che sta preparando un’azione legale contro lo scrittore.

Perché condividiamo le dichiarazioni dello scrittore Erri De Luca, gli esprimiamo il nostro incondizionato sostegno e riaffermiamo con forza l’inutilità, l’aberrazione, la pericolosità del progetto della linea ad alta velocità Lione-Torino.

.

FIRMA LA PETIZIONE

.

.


Set 28 2013

Grecia: retata della polizia per il gruppo filonazista Alba Dorata

.

.

AP635754208525

.

Grecia. In manette Michaloliakos e la cupola di Alba Dorata

.

Sabato, 28 Settembre 2013 – di

17.00 – Gli arrestati finora sono 19, manca ancora all’appello il parlamentare e numero due di Alba Dorata Christos Pappas. La polizia sta perquisendo gli uffici del partito neonazista all’interno del Parlamento greco.

 
16.10 – Dopo che un allarme bomba – poi rivelatosi senza fondamento – ha creato caos e scompiglio nella sede del Gada di Atene, ora un ingente dispositivo di sicurezza tra trasferendo gli arrestati in tribunale. Molti degli squadristi di Alba Dorata nei confronti dei quali è stato spiccato un mandato di cattura mancano ancora all’appello.
 
14.10 – Si è consegnato alla polizia anche il penultimo dei deputati di Alba Dorata contro i quali l’Aeropago ha spiccato un ordine di cattura per associazione a delinquere, Michos. Ancora irreperibile Pappas. La polizia in assetto antisommossa ha allontanato, senza incidenti, alcune centinaia di squadristi del movimento neonazista che manifestavano in solidarietà con gli arrestati davanti alla sede della Questura centrale di Atene.
 
13.00 – Sono diventati circa 400 gli aderenti ad Alba Dorata che stanno manifestando e sventolando bandiere greche davanti alla sede del Gada, la questura centrale di Atene dove vengono portati gli arrestati man mano che vengono trovati dalle forze di sicurezza. All’inizio i neonazisti gridavano il loro tradizionale slogan ‘Sangue, onore, Alba Dorata’ poi riconvertito nel meno compromettente ‘Patria, onore, Alba Dorata’. Si ha notizia dell’arresto anche di una donna poliziotto, una sergente in servizio al dipartimento di sicurezza del Pireo. Eseguiti finora 18 arresti, su 32 mandati di cattura complessivamente spiccati. Ancora irreperibile i deputati Michos e Pappas.
 
12.00 – E’ Nikolaos Michaloliakos, il segretario di Alba Dorata, colui che in casa nascondeva tre pistole detenute illegalmente e ritrovate dalla polizia durante la perquisizione all’alba di questa mattina. Il fondatore di Alba Dorata è già passato per il carcere alla fine degli anni ’70, quando era militare in servizio attivo e fu arrestato assieme ad alcuni commilitoni con l’accusa di aver dato vita ad una organizzazione terroristica fascista. Poi, in cambio della sua collaborazione con le forze di sicurezza, la pena gli fu ridotta a ‘possesso di armi ed esplosivi” e quindi fu liberato dopo soli 13 mesi di reclusione. In precedenza Michaloliakos era stato un attivo sostenitore della dittatura dei colonnelli fino al 1974.

11.35 – Durante la maxiretata contro Alba Dorata ancora in corso è stato arrestato anche un esponente delle forze speciali della Polizia ‘Dias’.

11.30 – Durante la perquisizione nel domicilio di un militante di Alba Dorata poi arrestato la polizia ha rinvenuto tre pistole.

11.15 – Arrestato anche un altro deputato di Alba Dorata, Ilias Panayotaros. Che poco prima di essere ammanettato, secondo alcuni giornalisti greci che hanno raccolto le sue deliranti dichiarazioni, avrebbe accennato ad una rifondazione del movimento neonazista con un altro nome, per ovviare ad una eventuale messa fuori legge del movimento o ad un embargo del finanziamento pubblico minacciato dal governo.

11.10 – Secondo alcuni media ellenici, che citano l’intervento del costituzionalista K. Chrysogonos, anche se agli arresti in custodia cautelare, i deputati di Alba Dorata non sono automaticamente decaduti dalla loro condizione di parlamentari. Il che avverrà solo nel caso in cui dovessero essere riconosciuti colpevoli dei reati che vengono loro contestati e condannati alla privazione dei diritti politici.

11.00 – Alcune decine di estremisti di destra stanno manifestando, per ora silenziosamente, davanti alla sede centrale della polizia di Atene. Finora secondo i media solo 4 parlamentari e 12 altri esponenti di Alba Dorata sarebbero stati arrestati rispetto ai 36 ordini di cattura emessi da un magistrato dell’Aeropago, la Corte Suprema ellenica.

10.30 – Tra gli arrestati c’è anche il segretario della sezione di Alba Dorata del quartiere di Nicea, quella alla quale era escritto Giorgos Roupakias, l’assassino di Fyssas.

10.15 – Secondo le notizie diffuse dai media ellenici questa mattina sarebbero stati arrestati anche due agenti in servizio della polizia, accusati di collaborare con le attività criminali di Alba Dorata.

10.00 – Man mano che vengono arrestati i dirigenti e gli esponenti di Alba Dorata vengono portati dagli agenti negli uffici dell’antiterrorismo al dodicesimo piano del Gada, il palazzo della questura centrale di Atene all’ingresso del quale si è concentrata una discreta folla di giornalisti. Dal suo sito il movimento neonazista sta diffondendo un appello a dimostrare la propria solidarietà ai camerati finiti in manette anche se per ora non si ha notizia di manifestazioni, mentre alcuni dei parlamentari oggetto del mandato di cattura sono per il momento irreperibili.

9.30 – A quanto traspare finora quindi la maxioperazione contro l’estrema destra sarebbe giustificata da un comportamento ‘criminale’ dell’organizzazione neonazista, definitita “associazione a delinquere” e coinvolta in omicidi, rapine, ricatti e riciclaggio di denaro. Una formula ambigua e che non ha a che fare quindi con il carattere neonazista del partito, a detta di alcuni esponenti della sinistra greca, la stessa che nei giorni scorsi ha già portato all’arresto di alcuni attivisti che da anni animano la protesta delle comunità locali della penisola calcidica contro una miniera d’oro che una multinazionale canadese è stata autorizzata a realizzare nel villaggio di Ierissos.

09.00 – Nikos Michaloliakos, il fondatore e leader del partito neonazista greco Chrysi Avgì (Alba Dorata), è stato arrestato dalla polizia all’alba di oggi.
Insieme con il segretario generale di Alba Dorata, che gli squadristi amano chiamare Führer, sono stati arrestati un’altra trentina di dirigenti di spicco e militanti del movimento. Tra questi anche quattro parlamentari tra i più in vista dell’organizzazione, compresi Ilias Kasidiaris, Lagos e Nikos Patelis.
Gli arresti sono scattati per ordine di un magistrato della Corte Suprema che ha emesso 36 mandati di cattura contro altrettanti esponenti dell’estrema destra accusati di essere coinvolti a vario titolo nell’omicidio, la sera dello scorso 17 settembre, del rapper antifascista Pavlos Fyssas, accoltellato a morte nel quartiere di Keratsini dal sicario del movimento neonazista Giorgos Roupakias, dopo che il 34enne era stato aggredito da decine di squadristi.

Non sono state ancora rese note le accuse alla base degli arresti ma i provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal procuratore della Corte Suprema Charalambos sulla base delle intercettazioni telefoniche effettuate dagli inquirenti sui cellulari di alcuni membri del partito e di suoi simpatizzanti. Dalle intercettazioni sarebbero emersi in maniera evidente collegamenti della dirigenza di Alba Dorata con l’omicida, il 45enne Roupakias. Le prove raccolte dagli inquirenti dimostrerebbero che il partito neo-nazista si muove sulla base di una precisa catena di comando con le connotazioni di una vera e propria organizzazione criminale dedita ad aggressioni razziste e ad attività illegali come la richiesta del pizzo ai negozianti in cambio dell’offerta di ‘protezione’. Secondo alcune indiscrezioni alcuni dirigenti di Chrysi Avgi sono stati indagati anche per riciclaggio di denaro sporco e per il coinvolgimento in alcuni casi di omicidio e aggressioni attribuiti inizialmente alla malavita organizzata.

Ieri pomeriggio alcuni media avevano diffuso la notizia del possibile arresto di tre parlamentari del partito di estrema destra. Qualche ora Michaloliakos era intervenuto pubblicamente offrendo al partito di centrodestra Nea Dimokratia del premier Samaras la propria collaborazione per evitare che la coalizione di sinistra Syriza vinca le elezioni, ribadendo la minaccia di far dimettere tutto il gruppo parlamentare di Alba Dorata.

.

Fonte: contropiano.org

.

.


Set 27 2013

Come evitare di essere tracciati da Google nelle ricerche sul Web

.

.

google

.

Quando cerchi con Google, e clicchi su un link, il tuo termine di ricerca viene solitamente inviato a quel sito, insieme alle informazioni sul tuo browser e sul tuo computer, che spesso possono identificarti univocamente.

Tutto ciò é spaventoso, ma d’altronde a chi interessa di qualche sito casuale?

Quei siti di solito hanno pubblicità di terze parti e quelle terze parti costruiscono profili sulla tua persona, ecco perchè quelle pubblicità ti seguono ovunque.

Anche questo è spaventoso, ma a chi possono interessare delle pubblicità sull’herpes? Il tuo profilo può anche essere venduto e potenzialmente apparire in posti indesiderati, come prezzi più alti e stipulare un’assicurazione.

Ma c’è di più. Ricordi le tue ricerche? Google salva salva (anche) quelle (full sentence is “Ricordi le tue ricerche? Google salva [=saves] anche [=also] quelle [=them]) .

Le tue ricerche salvate possono venire richieste legalmente  e poi ti si ritorcono contro (può succedere).

Oppure un malintenzionato impiegato di Google potrebbe mettersi a curiosare (può succedere).

O i server di Google potrebbero essere violati (può succedere).

.

Ecco perchè noi non inviamo le tue ricerche ad altri siti.

O perchè non memorizziamo alcuna informazione personale.

Questa é l’essenza della la nostra politica sulla Privacy.

.

Perciò non farti tracciare quando cerchi.

Usa DuckDuckGo invece.  Add to Browser

La Privacy è solo una (ragione) or un (motivo) dei tante (ragioni) or tanti (motivi) motivi per il quale è fantastico.

.

google9

.

Fonte: http://donttrack.us/

.

.