Apr 29 2011

Bukowski ed il matrimonio di William e Kate

.

.

Se fosse stato in vita il buon Charles, contro tutti i media e le genti interessate all’evento, avrebbe urlato queste sue parole :

” Solo i poveri riescono ad afferrare il senso della vita, i ricchi possono solo tirare a indovinare.”


.

Vuoi divertirti? Vai al  Video-Parodia del matrimonio.

.

 


Apr 29 2011

C’est la guerre!


.

a4183325999f6d13a449b150feeec244

.

di Umberto Romaniello

.


Apr 28 2011

“Il disastro di Cernobyl è solo una mistificazione mediatica.”

Il prof. Franco Battaglia  (pronuclearista) ad Anno Zero:    Il disastro di Cernobyl è solo una mistificazione mediatica.

.

.

.

La trasmissione di Santoro ormai da tempo è in caduta libera. Vengono invitati sempre gli stessi burattini politici e “strani” …esperti, una noia infinita.

.

Ora vi passo la “mistificazione mediatica” sulle vittime di Cernobyl:

CERNOBYL 25 ANNI DOPO

Roma, 7 aprile 2011

Una storia radioattiva

Questo briefing riassume il contenuto del Rapporto di Greenpeace International “Pilot investigation of food products contamination by 137 Сs in selected areas of Ukraine affected by the Chernobyl catastrophe in 1986” reperibile all’indirizzo:

http://www.greenpeace.org/international/Global/international/publications/nuclear/2011/Pilot %20Investigation%20Food%20Products21.pdf

L’incidente di Cernobyl ha rilasciato radioattività su vasta scala contaminando aree estese di territori attualmente sotto la sovranità dell’Ucraina, della Bielorussia e della Russia. È stato il primo incidente, nella storia del nucleare civile, classificato come livello 7 (livello massimo) nella International Nuclear Event Scale (INES), un indice progressivo del livello di gravità degli incidenti che occorrono nella produzione energetica da fonte nucleare e nelle attività ad essa connesse. In realtà, secondo un rapporto indipendente commissionato da Greenpeace al Dr. Helmut Hirsch, anche l’incidente di Fukushima (marzo 2011) ha ormai raggiunto il livello 7 della scala INES, anche se con rilasci che (almeno fino ad ora) sono comunque molto inferiori a quelli di Cernobyl. (leggi tutto)  –  Fonte: Greenpeace Italia

.

 


Apr 27 2011

L’Italia adotta bombe intelligenti

.

.

L’11 settembre 2001, alla vigilia dello scoppio della famigerata Guerra del Golfo, i comandi superiori americani si riunirono segretamente per progettare un arma che potesse cancellare definitivamente la spazzatura taliban-comunista dalla faccia della terra. I primi esperimenti non andarono a buon fine: le bombe erano davvero intelligenti, tanto da rifiutarsi di buttarsi di sotto e, in rari casi isolati, prendere per il culo i paracadutisti d’assalto che si lanciavano azzerando il morale delle truppe. Al progetto parteciparono illustri scienziati come Giovanni Mucciaccia, Antonino Zichichi, Germano Mosconi e Davide Mengacci. Il lavoro procedeva bene, finché un errore fatale compromise il risultato della creazione, Giovanni Mucciaccia, infatti, abbondò troppo con la colla vinilica…  (leggi tutto)

.

Fonte: Nonciclopedia

.


Apr 26 2011

Santa Maria Capua Vetere (CE): i migranti “prigionieri per scelta..” !!

Non l’avevate capito!!? I migranti reclusi nella ex-caserma Andolfato ci stavano di loro volontà! E se si lanciavano dai muri invece che uscire dalla porta sarà perchè gli arabi sono strani, si sa… ora però si fanno le cose sul serio e non possono più uscire…

.

.

di Alf  Dv

Riassumiamo l’assurda e scandalosa gestione delle udienze di convalida che si stanno tenendo in queste ore per duecento profughi e migranti dal Nord Africa trattenuti nella caserma Andolfato di Santa Maria Capua Vetere.

Come sapete questa Caserma è stata trasformata in un CIE, con un’ordinanza governativa, la sera del 21 aprile. Ma i migranti vi sono detenuti  in maniera del tutto illegittima, (senza un ordine formale di trattenimento e quindi anche senza una convalida di una qualsivoglia autorità giudiziaria), dalla mattina di sei giorni fà, lunedi 18 aprile. Prima ancora erano stati detenuti per altri sei giorni sulla nave militare Excelsior partita da Lampedusa il 12 aprile e trasformatasi in una specie di prigione galleggiante. (Una nave non attrezzata nemmeno al trasporto passeggeri…).

Perciò i giudici di pace (dott. Capone e dott.ssa Della Valle) che dalla tarda mattinata di oggi stanno celebrando le udienze di convalida, non hanno evidentemente i termini per confermare il trattenimento dei migranti, essendo abbondantemente trascorso il tempo massimo di 48 + 48 ore previsto dalla normativa (max 48 ore per avvisare il giudice di pace dopo il trattenimento e altre 48 ore al max per l’udienza di convalida).

Dovrebbero perciò obbligatoriamente scarcerarli!

Questa cosa è stata aggirata con un incredibile imbroglio e ancor più con un’incredibile arroganza:

la permanenza dei migranti nell’ex-caserma Andolfato dalla mattina di lunedi 18 alla sera di giovedi 21 aprile (quella sulla nave non viene neppure presa in considerazione) non sarebbe stata in forma coatta ma volontaria!!

Questo sulla base di un foglio che la croce rossa ha fatto firmare all’ingresso nella caserma, in cui “accettavano” quella sistemazione… Ora, a parte che diverse firme sono false, è chiaro che tale attestato non vale nulla visto che nessuno può rimettere la disponibilità della propria libertà ad altri. Si trattava semplicemente della disponibilità ad essere alloggiati e non evidentemente “trattenuti”. E qui viene l’assunto più incredibile della Questura: “In questi giorni i migranti non sono stati imprigionati, ma semplicemente non hanno mai chiesto di uscire o manifestato tale volontà in qualche modo” !!

Questa versione impresentabile è stata invece fatta propria dai giudici di pace, malgrado le proteste degli avvocati e le verbalizzazioni di segno contrario dei migranti. Il meno scorbutico dei due “giudici” ha tranquillamente fatto presente che questi erano gli “ordini” del questore, che insomma “bisogna convalidare tutti”…

Così queste persone costrette in gabbia, confinate in una tendopoli perennemente al sole e perfino drogate con il bromuro nell’acqua (come ci ha rivelato un addetto della croce Rossa) vengono pure sbeffeggiate!  Queste persone che sono saltate da un muro alto sei metri, che si sono fratturate gambe e braccia, che sono state caricate e fermate coi lacrimogeni, investite dalle volanti della polizia mentre tentavano la fuga… hanno fatto tutto questo semplicemente perchè… non volevano uscire dalla porta!!?

Perchè mai poi la polizia li conteneva nel campo facendo ampio uso di blindati, celere e lacrimogeni e una volta scappati li riprendeva (http://www.facebook.com/media/set/fbx/?set=a.10150164442177120.295011.526742119) non è dato ovviamente saperlo…

E’ una roba incredibile… con la quale stanno confermando a tutti il fermo nel CIE!

Il funzionario responsabile della polizia, interrogato in udienza, ha perfino verbalizzato di “non essere informato se i migranti avessero o meno la facoltà di uscire…”  Kafka al confronto era un dilettante.

Infine l’ultimo “dettaglio”: la Questura aveva scelto di datare la notifica del provvedimento di respingimento e del conseguente trattenimento nella struttura alla sera del 21 aprile… ma poichè ora hanno capito che è impossibile completare le convalide stanotte (alla mezzanotte siamo ancora a 70 su circa 200) e forse anche per lunedi 25, allora senza farsi problema hanno cancellato dalle notifiche la data del 21 aprile e hanno scritto 23 aprile… come ha potuto verificare di persona pure un giornalista del tg3. Per non uscire nuovamente da questi termini già arbitrari…!

Si tratta in generale di un palese e gravissimo imbroglio per aggirare i diritti fondamentali di queste persone pur di salvaguardare l’arroganza della sovranità più brutale. Proprio mentre la militarizzazione delle frontiere mostra tutta la sua ottusa vulnerabilità di fronte alle istanze di libertà di migliaia di donne e di uomini.

Ci aspettiamo che chiunque legga questo comunicato gli dia il risalto, lo scandalo e la reazione che merita!

 

Diffondiamo il più possibile!

 

Antirazzisti campani

.