Mar 4 2010

Patata OGM della Basf: un rischio inaccettabile!

Promuoviamo al più presto un referendum per dire NO agli OGM!! (madu)

 

02 Marzo 2010

Roma, Italia
La Commissione europea ha autorizzato la coltivazione di un OGM
per la prima volta dal 1998. È la patata Ogm della Basf, conosciuta con
il nome di Amflora e contenente un gene che conferisce la resistenza ad
alcuni antibiotici. La sua immissione in ambiente potrebbe scatenare una
resistenza batterica verso medicinali salva vita.

 

 

 
 

Questa autorizzazione viene sventolata in faccia alla scienza,
all’opinione pubblica e alle leggi europee. È scioccante che da sei anni
il presidente Barroso prova a seppellire le evidenze
scientifiche sui dubbi per la sicurezza di questa patata OGM.


Inoltre, la nuova Commissione ha forzato la decisione: il Commissario
Dalli
, in accordo con Barroso, ha utilizzato la cosiddetta
“procedura scritta” per autorizzare questa coltura, evitando così di
dover affrontare il dibattito nel Collegio del Commissari. È scioccante!


L’Organizzazione mondiale della sanità e l’Agenzia europea per i
medicinali (Emea) hanno già messo in guardia sull’ “importanza critica”
degli antibiotici colpiti dall’Amflora (kanamicina e neomicina). Kanamicina
e neomicina sono regolarmente in vendita nelle nostre
farmacie. Dobbiamo denunciare la Commissione Unica del Farmaco (CUF) che
tiene nel prontuario farmaci inutili oppure dobbiamo denunciare la
Commissione Europea per mettere in pericolo la salute umana?   (leggi tutto)

 

Fonte: Greenpeace