Mag 5 2017

Una pistola a famiglia e la difesa è garantita.

.

.

.

Gaber ci racconta come un’arma possa attivare nella mente di un individuo un meccanismo di lucida follia tale da spingerlo all’omicidio.

.

La Pistola – 1978/1979

Questi nostri tempi di sconvolgimenti
sono tempi assai degni di storia ma non di memoria
lo stato non agisce e tanto meno cautela
ci vorrebbe una pistola

La violenza urbana è una cosa seria
è quel senso di ostile che avverto e che gira nell’aria
è giusto che la gente si difenda da sola
io mi compro una pistola.
…7,65 automatica, fuori ordinanza, calcio scuro con quadrettature, canna corta, grilletto cromato, con scatto dolce…. Clic…clic….clic
 .
Al momento la porto in giro la domenica
che la gente è più distesa e va in giro coi cani
e non sa niente dell’oggetto
più fedele e più perfetto che rigiro fra le mani
 .
La sento che scende tira e pesa
come un grosso sasso
sento l’importanza della sua presenza
 .
Ci si sente a posto quando si porta in tasca
una di quelle cose che al momento giusto
possono esplodere e fare un gran rumore
.
Figuriamoci
io che neanche agli uccellini
non sparo mai.
.
Io nel nostro tempo non ci vedo chiaro
c’è un enorme sviluppo una gran libertà di pensiero
davvero interessante però non mi consola
porto sempre la pistola.
 .
…7,65.. l’ho già detto… certo il grilletto… ci ho già un rapporto stupendo…dolce,   sensibile……clic…clic…clic
.
Me la sento un po’ dura in tasca ai pantaloni
mi fa sempre un certo effetto così gelida e liscia
.
l’accarezzo con la mano e la sento che si scalda
a contatto della coscia
.
Cammino tutto irrigidito ma mi sento bene
come se fossi eternamente in erezione
ogni tanto entro in un orinatoio
un attimo per guardare l’oggetto stupendo
nessuno può sapere che cosa sto facendo
.
Figuriamoci
io che negli orinatoi
non piscio mai
.
Loro pisciano… pisciamo tutti… vengono qui apposta… e così credono di me. Mi vedono solo la nuca e le gambe, le tengo un po’ divaricate e me la guardo, bella. Il calcio con le quadrettature… Ce ne ho uno accanto … lo so cosa fa …gli  vedo le gambe e la nuca … ben pasciuto l’omaccione, la piega della nuca mi sorride come fosse una grossa bocca, che fa? Prende per il culo? Non piscio mai negli orinatoi.
Dunque, il calcio, le quadrettature, il grilletto, dolce e sensibile, come una piccola palpebra … tenera, socchiusa … clic… clic … (sparo)
 .
Questi nostri tempi di sconvolgimenti
questi nostri tempi

(Giorgio Gaber)

Dall’album Polli D’Allevamento

.

Fonte: Giorgio Gaber  (Sito Ufficiale)

.

.

VIDEO

.

.

.

__________________________________________________
Approfondimento

Cosa prevede la nuova legge sulla legittima difesa – TPI
Legittima difesa, ok della Camera: licenza di sparare di notte. Ecco …
Come cambierà la legittima difesa – Il Post
Usa, nelle università della Georgia si potrà girare armati

.

.

.

.

.

 


Dic 19 2013

Viareggio: Premio Giorgio Gaber per le nuove generazioni

.

.

Logo Premio Gaber

.

VIAREGGIO: DOPO 10 ANNI DI FESTIVAL GABER  ARRIVA IN VERSILIA IL PREMIO GIORGIO GABER PER LE NUOVE GENERAZIONI

.

Dopo 10 anni di Festival Gaber, Viareggio promuove una nuova straordinaria iniziativa e proprio per l’apertura del Festival 2014, lancia il “Premio Giorgio Gaber per le nuove generazioni” indirizzato a giovani “gaberiani”.

Fortemente voluto dal Teatro Stabile di Grosseto in collaborazione con la Fondazione Gaber, il quinto compleanno del Premio, grazie alla collaborazione del Comune di Viareggio e di Camaiore, avrà una nuova casa e una vera e propria festa da giovedì 8 Maggio a domenica 11 Maggio 2014 nella stupenda cornice della Versilia!

E proprio grazie alla rilevante capacità ricettiva delle Versilia e ai suoi innumerevoli teatri, cinema e luoghi di spettacolo che hanno fatto la storia della Cultura italiana, per la prima volta i “gaberiani” che hanno frequentato il premio nelle precedenti edizioni di Arcidosso, potranno stare tutti insieme.

Al link qui sotto tutti i dettagli sul Premio e le informazioni sulla partecipazione.

.

http://www.premiogaber.it/home.html

.

Fonte: Facebook

.

.


Mar 3 2013

Milano: “Com’è bella la città”

.

Giorgio-Gaber

.

14 marzo – ore 21

Teatro Studio, via Rivoli 6

 

COM’È BELLA LA CITTÀ

di Alessandra Scotti

con Gianfelice Facchetti e Stefano Covri

 

Un inedito e suggestivo racconto della Città di Milano, in cui le epoche e i simboli più prestigiosi della capitale morale d’Italia, sono proposti attraverso spunti e citazioni tratti dall’opera di Giorgio Gaber. Un reading-spettacolo che vuole sottolineare lo stretto legame dell’artista con la sua città, attraverso quel ‘teatro d’evocazione’ del quale Gaber e Luporini sono stati autentici maestri.

Per informazioni e biglietti:  Piccolo Teatro

.

.

Fonte: Giorgio Gaber Official Site

.

.