“In principio la terra era tutta sbagliata…” (Gianni Rodari)

.

.

.

Oggi, 14 aprile, in questa data nel 1980 ci lasciò Gianni Rodari, autore ironico ed originale, pedagogista, scrittore e poeta italiano. Egli si specializzò in letteratura per l’infanzia ed i suoi scritti furono tradotti in diverse lingue. E’ considerato il maggiore favolista del Novecento.

Rileggiamo con piacere la sua storia:

.

L’infanzia a Omegna

Gianni Rodari nasce il 23 ottobre 1920 a Omegna sul Lago d’Orta in cui i genitori originari della Val Cuvia nel Varesotto si trasferiscono per lavoro. Gianni frequentò ad Omegna le prime quattro classi delle scuole elementari. Era un bambino con una corporatura minuta e un carattere piuttosto schivo che non lega con i coetanei. È molto affezionato al fratello Cesare mentre a causa della notevole differenza di età è poco in confidenza con il fratello Mario.
Il padre Giuseppe fa il fornaio nella via centrale del paese e muore di bronco-polmonite quando Gianni ha solo dieci anni. In seguito a questa disgrazia la madre preferisce tornare a Gavirate il suo paese natale.

.

La gioventù e l’adolescenza a Gavirate e l’esperienza del seminario

Nel varesotto vive dal 1930 al 1947.

Frequenta la quinta elementare a Gavirate.

Il 5 agosto 1931 fa richiesta di entrare in seminario per frequentare il ginnasio. Nell’ottobre dello stesso anno entrerà quindi nella IC del seminario di Seveso. Gianni si distingue subito per le ottime capacità e risulterà infatti il migliore della classe. Risultati che furono poi confermati anche nella seconda classe. All’inizio della classe terza, nell’ottobre 1933 si ritirò. Concluse l’anno scolastico a Varese, ma non proseguì gli studi liceali bensì optò per le scuole Magistrali. Frequentò con profitto la quarta classe nel 1934-35 e venne ammesso al triennio superiore. Il 25 febbraio 1937 abbandonò gli studi per presentarsi alla sessione estiva con l’intento di sostenere direttamente gli esami e guadagnare così un anno.

Già a partire dal 1935 Rodari militava nell’Azione Cattolica. Dai verbali delle adunanze di Gavirate risulta che nel dicembre dello steso anno Gianni svolgeva già la funzione di presidente. Anche l’anno successivo fu dedicato molto all’organizzazione cattolica.

Nel 1936 pubblicò otto racconti sul settimanale cattolico L’azione giovanile e iniziò una collaborazione con Luce diretto da Monsignor Sonzini…(continua)

.

Fonte: giannirodari.it

.

.

_______________________________________________________

Approfondimento per i bambini

Racconti di Gianni Rodari

Poesie di Gianni Rodari

.

.

.

.

.


Leave a Reply