Anonymous | Videomessaggio e attacco al sito della polizia di Minneapolis

.

.

.

.

31 maggio 2020

“Saluti al popolo degli Stati Uniti,

questo è un messaggio di Anonymous al Dipartimento di Polizia di Minneapolis. La brutalità e l’omicidio della polizia sono un problema diffuso negli Stati Uniti che ha indubbiamente infettato quasi tutte le giurisdizioni del Paese.

Il dipartimento di polizia di Minneapolis è tra i peggiori e ha una storia orribile di violenza e corruzione. Il brutale omicidio di questa settimana di George Floyd che ha scatenato proteste ed indignazione nazionale è semplicemente la punta dell’iceberg di una lunga lista di casi di morte di alto profilo per mano di ufficiali del nostro Stato. Infatti, negli ultimi 20 anni 193 persone sono state uccise dalla polizia nel Minnesota. Negli ultimi anni abbiamo assistito a omicidi di alto profilo nella zona, tra cui la morte di Jamar Clark, Philando Castile, Justin Damond, Thurman Blevins e Brian Quinones un caso in cui video o altre prove dimostrano che la polizia sta mentendo tristemente.

Nella maggioranza degli omicidi da parte della polizia l’unico rimasto in vita a raccontare la storia è lo stesso ufficiale che ha tolto la vita alla persona e quindi il ciclo vizioso è in grado di continuare, perchè nessuno di questi assassini viene mai chiamato in causa dalla giustizia.

Questa parodia è andata avanti per troppo tempo. Ora la gente ha subito abbastanza. Nel caso più recente di George Floyd, il palese disprezzo per la vita umana dimostrato dagli agenti è innegabile. E tutte le prove rilasciate finora hanno dimostrato che Floyd era pienamente collaborante con gli ufficiali e ciò contraddice le precedenti dichiarazioni della polizia secondo cui stava resistendo all’arresto. Inoltre, la nostra indagine iniziale sugli ufficiali colpevoli ha rivelato un modello criminale di violenza sul posto di lavoro. Almeno due degli agenti coinvolti nell’arresto di floyd, Derk Chauvin e Tou Thao, hanno una storia di sparatorie e denunce per abuso di forza. Lo “Star Tribune” ha riferito questa settimana che Chauvin, l’ufficiale coinvolto direttamente nella morte di Floyd, è stato coinvolto in numerose sparatorie in cui sono stati uccisi dei sospetti.

C’erano quattro agenti sulla scena dell’incidente, uno che teneva lontana la folla e tre che stavano tarttenendo con forza Floyd. Chi stava assistendo alla scena ha avvertito l’ufficiale che stava schiacciando a morte l’uomo, ma nessuno della polizia sembrava essere preoccupato per le condizioni di Floyd.

Potresti aver compreso questi ufficiali perchè dovevano salvare la faccia ma è ovvio che questo tipo di comportamento è giustificato se non incoraggiato dal dipartimento di polizia, come in altri casi.

Agenti che uccidono persone e commettono altri reati devono rispondere dei loro atti come tutti noi. Altrimenti, crederanno di avere il diritto di fare ciò che vogliono. Si dirà che questa è opera di poche mele marce. Ma che dire degli agenti che non fanno nulla mentre vengono commessi crimini e dei dipartimenti di polizia che rifiutano di perseguire questi criminali? La gente ne ha avuto abbastanza di questa corruzione e della violenza compiuta da un’organizzazione che promette di proteggere.

Dopo gli eventi degli anni trascorsi molta gente sta iniziando a capire che la polizia non è qui per salvarle ma piuttosto è presente per opprimere ed eseguire la volontà della classe dirigente criminale. E’ qui per mantenere l’ordine per le persone che hanno il controllo, non per fornire sicurezza alle persone che vengono controllate.

In realtà è il meccanismo stesso che l’èlite di potere usa per continuare il proprio sistema globale di oppressione, ma il mondo sta finalmente iniziando a svegliarsi ed arrabbiarsi ogni volta che vede versare sangue inutilmente e senza conseguenze per gli assassini.

Questi agenti devono affrontare accuse penali e l’agente Chauvin in particolare dovrebbe essere incriminato per omicidio.

Non ci fidiamo della vostra organizzazione per fare giustizia, per questo esporremo i vostri molteplici crimini al mondo

.

Noi siamo una legione

Aspettateci!”

.

VIDEOMESSAGGIO (En)

.

.

Le azioni di Anonymous:

Su Twitter, arrivano segnalazioni di interventi compiuti da Anonymous nelle ultime ore: dalla violazione del sito della polizia di Minneapolis all’intrusione nel sistema radio della polizia di Chicago, con la diffusione della canzone ‘Fuck the police’ sulle frequenze utilizzate dalle forze dell’ordine per le comunicazioni.

.

.

.

.

.


Comments are closed.